La Contrazione Muscolare e L’EMS Training

4.5
(2)

La Contrazione Muscolare e L’EMS Training

Ogni tipo di movimento e’ reso possibile da un ricco e complesso meccanismo fisiologico che ci consente di compiere determinate azioni e movimenti e ci consente di sopravvivere all’interno dell’ambiente;

Questo meccanismo prende il nome di contrazione muscolare. 

E come funziona ?

Ogni tipo di azione viene registrata ed immagazzinata all’interno della corteccia motoria, la quale è sede di pianificazione, controllo ed esecuzione dei movimenti volontari.

Questo impulso, una volta visualizzato nella suddetta area cerebrale, ha bisogno di una via per esplicarsi e svolgere la sua funzione. Questo è reso possibile dai fasci efferenti del sistema nervoso centrale, i quali si diramano   dopo essere passati all’interno del midollo spinale (porzione extra cranica del sistema nervoso centrale, collocata all’interno del canale vertebrale) e giungono a destinazione all’interno dei fasci di fibre muscolari, dove ha luogo la vera e propria contrazione muscolare.

La contrazione muscolare ha inizio quando l’impulso elettrico (potenziale d’azione) arriva presso la superficie di una fibra muscolare.

La giunzione neuromuscolare e’ il risultato dell’unione di un bottone  sinaptico di una terminazione assonica e una fibra muscolare da essa innervata.

La fibra muscolare e’ composta da due principali filamenti proteici, un filamento più spesso chiamato Miosina e uno più sottile chiamato Actina, tramite questi filamenti il muscolo, e’ in grado di accorciarsi e contrarsi meccanicamente.

 

Contrazione muscolare e EMS Training

 

Gli effetti della stimolazione muscolare indotta da elettrostimolazione vennero studiati per la prima volta da Luigi Galvani nel 1786 con degli esperimenti sulle rane per studiare il fenomeno della bio-elettricità.

Successivamente nel 1831 Faraday riuscì a generare un’induzione di corrente (la corrente intermittente) utile per il trattamento della paralisi muscolare. Nella seconda metà del XX secolo furono approfonditi gli studi riguardanti l’elettrostimolazione e gli effetti che quest’ultima avesse su atleti professionisti.

Inoltre furono effettuate ricerche anche all’univerista’ di Tokio da parte di K.Jobe sugli effetti e i benefici che l’elettrostimolazione portava in merito alla forza muscolare; e’ stato dimostrato che con l’EMS Training (o Elettromiostimolazione Total body) si raggiungono picchi di forza muscolare maggiori rispetto alla forza raggiunta con contrazioni volontarie massimali .

Come abbiamo detto, la contrazione muscolare e’ un processo alla cui base risiede la trasmissione dell’impulso elettrico e grazie alle tecnologie EMS Total Body e’ possibile arrivare ad aumentare questo impulso con una contrazione passiva che va a sommarsi alla contrazione attiva del muscolo rendendo il meccanismo fisiologico di sinapsi neuromuscolare dei motoneuroni più efficiente, incrementando il numero di unità motrici reclutate. La variazione della frequenza di scarica del motoneurone con stimoli ripetuti e ravvicinati aumenta l’intensità della contrazione e viceversa.Con gli apparecchi EMS Total body possiamo andare ad incrementare nell’EMS Training la frequenza di scarica dei motoneuroni che agiscono direttamente sulle fibre muscolari. La frequenza di scarica dei potenziali d’azione riflette l’intensità della corrente depolarizzante.

In sostanza, la sessione di EMS Training si traduce in un maggior numero di fibre muscolari coinvolte, maggiore perfusione dell’impulso elettrico all’interno delle fibre, e questo sul piano pratico porta ad importanti incrementi di forza muscolare, dato che un maggior numero di fibre vengono coinvolte per compiere la contrazione e il movimento nello specifico. E’ importante sottolineare, inoltre, che nell’esecuzione di un esercizio con sovraccarico senza tecnologia EMS Total Body non sarebbe possibile reclutare anche le fibre più profonde (IIb), a metabolismo glicolitico, a meno di eseguire ripetizioni che si avvicinano alla ripetizione massimale/sub massimale o persino con ripetizioni negative superando il 100% del 1RM (1 ripetizione massimale).

Dunque l’EMS Training calibrato su specifiche esigenze può portare ad un incremento di forza in soggetti che necessitano di importanti espressioni di forza in tempi brevi, come atleti o semplicemente soggetti sedentari che per svariate ragioni (lavorative/personali) hanno visto la loro qualità muscolare decrescere nel tempo. Insieme a Personal trainers specializzati e’ possibile costruire un percorso di EMS Training specifico in funzione dell’obiettivo della persona.

Tra i vantaggi della tecnologia EMS Total Body vi è quindi la possibilità di reclutare un maggiore numero di fibre fasiche (IIb) a pari intensità di esercizio. Questo rende l’EMS Training non solo più efficace ma anche più sicuro, evitando che la persona allenandosi sia esposta a sovraccarichi importanti/eccessivi che possano risultare nocivi per l’intera struttura e per la salute in generale.

Benefici dell’EMS Training  con tecnologia EMS Total Body anche da un punto di vista metabolico, specialmente per quelle persone che hanno necessità di perdere peso e importanti quantitativi di massa grassa.

Aumentando il metabolismo basale aumenta la quantità di energia richiesta dal nostro organismo per mantenere le funzioni vitali nel normale set fisiologico.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votarlo

Votanti 2 - Media Voti 4.5

Condividi:

Commenta l'articolo:

  Iscriviti per ricevere le notifiche  
Notificami