Gambe snelle e toniche

Gambe snelle e toniche

C’è poco da fare, tutte le donne, anche quelle “perfette” della televisione vedono qualcosa che non va nelle proprie gambe: troppo gonfie e morbide, troppo magre, senza forma, fianchi larghi, sedere troppo grosso, cellulite, coscia troppo grossa, ecc.
Questi sono solo alcuni esempi di ciò che sentiamo dire da qualsiasi donna in continuazione.
E allora ecco che l’industria farmaceutica ed estetica ha il prodotto miracoloso per tutte queste cose! Salvo poi non mostrare alcun risultato certo. Un esempio: un modello di “gamba ideale” può essere quello delle atlete che praticano il salto in alto.
Gamba tonica, snella e slanciata, certo, hanno dalla loro anche l’altezza vertiginosa, ma non è solo quello, altrimenti tutte le donne alte dovrebbero avere le gambe uguali a loro.

Gambe simili sono frutto del duro allenamento a cui si sottopongono per raggiungere il loro obiettivo: saltare più in alto delle altre. Il loro obiettivo non è avere la gamba snella e tonica, ma saltare più in alto delle loro avversarie, ottenuto con una preparazione atletica metodica e con l’utilizzo di carichi anche alti.
E allora perché quando una donna si iscrive in palestra dichiara di non voler usare pesi perché si ingrossano subito? Tutte fortunate! Gli uomini che vogliono aumentare il volume dei propri muscoli non ci arrivano mai, mentre le donne ci arrivano subito! Nulla di più falso, non esistono parametri di genere che influiscono sull’aumento della massa muscolare. Non mi dilungo oltre su questo discorso…

Probabilmente la strada giusta è cercare di imitare gli allenamenti di quell’ideale che cerchiamo di seguire.

E quindi, per prima cosa, eliminiamo tutti i macchinari isotonici (pressa, gluteus machine, abductor/adductor machine) e introduciamo nella routine di allenamento solo 4 esercizi, ma a corpo libero: SQUAT, AFFONDI FRONTALI, STACCHI A GAMBE TESE, STEP UP.

SQUAT:

AFFONDI FRONTALI:

STACCHI A GAMBE TESE:

STEP UP:

 

Eh sì, si usano carichi per svolgere questi esercizi, ma sono l’unica via per riuscire ad ottenere delle gambe toniche e allo stesso tempo snelle, tranquille, non correte il rischio di avere le gambe alla Roberto Carlos, anzi, sarebbe la felicità di tutti gli uomini.

Inserendo questi 4 esercizi un pò più complessi nei Vostri allenamenti vedrete le gambe cambiare forma in appena 12-15 settimane. Se Vi sembra troppo allora non è neanche il caso che le desideriate. Ci vuole una parte di avvicinamento agli esercizi, che permetta di svolgerli con la tecnica giusta, onde evitare infortuni, e poi lavoro costante con aumento di carico durante il passare delle settimane, ma questo può succedere solo se l’esercizio viene svolto in totale sicurezza ed armonia di movimenti.

Esiste un modo per bypassare l’utilizzo di sovraccarichi, l’EMS training, che permette di far lavorare al meglio i propri muscoli senza la necessità di utilizzare carichi particolari. Questo perché abbinando l’elettrostimolazione passiva al movimento volontario offriamo già un carico importante alla muscolatura. In 20 minuti di allenamento si ottengono circa 36000 contrazioni muscolari (total body), il che la rende un’attività ad alta intensità a tutti gli effetti. Quindi se proprio volete evitare i pesi, può essere una valida alternativa.

Potreste chiedere al Vostro Personal Trainer di inserirli nella Vostra routine di allenamento, se non ci sono già, e allora si potrebbe fare una rivalutazione sulla scelta del PT.

Oppure, per un allenamento total body in ogni seduta di allenamento, si possono inserire in un allenamento a circuito, in cui andiamo a lavorare con tutto il corpo. Un classico circuito di Allenamento Funzionale può essere adatto per il raggiungimento del proprio obbiettivo in 3-4 mesi circa di allenamenti costanti, dopodiché si può lavorare sul mantenimento di tale risultato o, eventualmente, sul miglioramento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votarlo

Votanti - Media Voti

Condividi:

Commenta l'articolo:

  Iscriviti per ricevere le notifiche  
Notificami