Dieta chetogenica: gli alimenti

Dieta chetogenica: gli alimenti

Viene chiamata dieta chetogenica quella dieta che prevede un’ alimentazione iperproteica, quindi con un grande apporto di proteine. Nella dieta chetogenica gli alimenti permessi sono quei cibi altamente proteici, come la carne, andando a ridurre i consumi di carboidrati. Il principio su cui si fonda questa particolare alimentazione è il meccanismo della chetosi o acetonemia, un metabolismo alterato del glucosio che porta a una prolungata ipoglicemia oppure a un accumulo di corpi chetonici nel sangue.

Gli alimenti principali della dieta chetogenica, sono cibi molto proteici quali:

  • prosciutto
  • speck
  • bresaola
  • salmone
  • formaggio magro
  • fiocchi di latte e uova
  • bistecca
  • cacciagione
  • carne affumicata
  • hamburger
  • salsiccia
  • agnello
  • pollo

Per i condimenti si ricorre all’olio d’oliva. A questi alimenti si aggiungono pane di segale, pistacchi, noci e mandorle. Nessuna traccia di verdure.

La dieta chetogenica per body building

La dieta chetogenica permette di ridurre l’accumulo di grasso, portando a una perdita anche di 4 chili a settimana. Questo perché il nostro corpo, non avendo più un apporto di carboidrati soddisfacente, ma vedendo un aumento di proteine e lipidi, inizia a bruciare il grasso presente nel corpo per produrre energia. Allo stesso tempo, non si perde massa muscolare o magra, perché l’assunzione di proteine facilita la formazione muscolare e la tonicità. Questi motivi la rendono la dieta preferita da chi pratica sport, in particolar modo body building.

Bisogna sottolineare, però, come si tratta di una dieta per nulla bilanciata, che favorisce alcuni alimenti, accantonandone altri, facendo correre numerosi rischi al nostro corpo e organismo.

Infatti, la dieta chetogenica ha delle controindicazioni, sia per l’organismo che per la forma ritrovata. Portarla avanti per un lungo periodo può essere molto pericoloso.

Le controindicazioni della dieta chetogenica

Per prima cosa, la perdita di peso potrebbe essere temporanea se non viene gestita e controllata da uno specialista. Questo perché il corpo, abituato alla carenza di determinati elementi, sarà più portato a immagazzinarne, pensando a un nuovo periodo di “carestia”, portando a un grave aumento di peso.

Anche il nostro organismo viene sottoposto a un forte stress. Il nostro corpo, infatti, necessita di un apporto minimo di glucosio stimato intorno a 180 grammi al giorno. In questo processo, la glicogenesi, rischiamo di affaticare eccessivamente il fegato e i nostri reni, incaricati di smaltire l’azoto derivato dalla trasformazione.

Infine, non bisogna dimenticare che stiamo fornendo al nostro organismo una bassissima quantità di vitamine e minerali, in quanto frutta e verdura vengono quasi totalmente eliminati. Questo può portare ad astenia, alitosi, mal di testa e stitichezza.

Per tutti questi motivi, nonostante i risultati molto soddisfacenti e la rapidità con cui vengono raggiunti, bisogna portare avanti la dieta chetogenica solamente per brevi periodi. Ne va della nostra salute.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votarlo

Votanti - Media Voti

Condividi:

Commenta l'articolo:

  Iscriviti per ricevere le notifiche  
Notificami